Indie game storeFree gamesFun gamesHorror games
Game developmentAssetsComics
SalesBundles
Jobs

laughingpineapple

32
Posts
1
Topics
16
Followers
27
Following
A member registered Feb 15, 2018 · View creator page →

Creator of

Recent community posts

I'll report for the sake of reporting that I still couldn't scroll down to the end of the text, but with the new buttons up top allowing me to change page I could still ofc ctrl+a and copypaste to a txt file to read each page, so since I'm apparently the only one who's having these issues, I'm now all read up and happy as a clam, thank you very much, it's super interesting!  Several recs jotted down for future reference. And hey, Remembering Route Zero is yours? Love that zine with all my heart too!

(1 edit)

thank you thank you, I'll try that or at worst wait for the update whenever! ETA fullscreen did the trick but I ran into the same issue on the following page: the text went further down than my screen could reach and I couldn't scroll...

Hear ye, hear ye

This is super awkward but I can't figure out how to make it past the title? The idea sounds great, and we've all been there ("we" participants in an itch.io jam, at least) at some point in our lives, I figure, and I'd love to read these recs and how they relate to the themes!

Yes yes so much yes. I wish I could shout this from the rooftops, up to and including the David Cage Do Not Interact part. Out of curiosity (and a deep appreciation for your previous selection - any list that features both KRZ and Studio Oleomingus has my full attention) what's the last screencap from? It looks neat.

(nods in Chronic Bad Luck With Dice Rolls) I feel this

Touching work (also thanks to the contributors' lived experience) with the perfect title. Reading it, one can't help but think it's the only sort that matters.

luv those lines! Useful little fellas. Thanks for the recap!

Oh boy, mood. This truly speaks to our collective lived experience, huh

I feel this in my bones and require the "mystery" vs "information" bit to be embroidered and displayed on a wall somewhere

Applause! Love this bunch of thoughts, all the callouts I knew and the occasional one that's given me food for thought, and the layout is delicious

Thank you for sharing this. As someone with a similar shared-gaming history, it's so lovely to see it happen elsewhere, to other relationships, with other games (well, SOMETIMES other games. I guess the Stare one gets from one's partner when one voices one's desire to mayhaps start a new Dark Souls playthrough is a universal constant)

I've loved your work for a while and this definitely delivers. Poetic lists! Nothing like 'em! I love everything about this, from the title onwards.

Oh I feel this. Cool stuff, very cool stuff!

Heck, I feel like I care about the Mars robots way less than the average internet user and I still very much teared up at the end. lovely presentation too

This Doesn't Sound Right But I Don't Know Enough About `Dragon Quest` To Dispute It 🤔

Wonderful work, great energy, laughed out loud more than once, love the graphic approach too

I love to read about people and video games (emphasis on people) and this piece is so wonderfully personal. Beautiful choice of topic, a thesis investigated through lived experiences

I find it hard to express just how much I love this piece. Fantastic work, I've been reccing it far and wide. 

Che fascino! Gran voglia di sedermi attorno a un tavolo e raccontare una montagna assieme agli amici. Mi affascina la meccanica della paura - bellissima la scelta delle immagini del medaglione e i dettagli delle due facce - e narrativamente la trovo fortissima, supportata dal gesto e dalla recitazione, anche se forse personalmente avrei qualche difficoltà a improvvisare il punto di vista della montagna. Un punto di vista così astratto è una cosa che mi intriga tantissimo da leggere (c'era un gran bel racconto di Ursula Le Guin in merito, mi ricordassi il titolo...) e da scrivere, ma per scriverlo ci metto i tempi geologici, appunto. Però chissà, guidati dalla bella scelta di immagini e dall'atmosfera della sessione potrebbe essere più facile, e per me di sicuro fascino. Proprio bello, e ovviamente centratissimo sul tema della jam...

(1 edit)

Purtroppo non mi ricordo il racconto che l'ha ispirato ma sono affascinata da questo solitario e sarò proprio curiosa di provarlo dopo aver riletto La Frana! La meccanica mi sembra molto snella e interessante, e apprezzo moltissimo l'approccio di sviluppare tematiche buzzatiane tramite gameplay puro... trasmettendo emozioni e contrasti tramite le azioni dello stesso giocatore. Mi interessano molto le sperimentazioni in questo senso, di giochi-non-giochi, e questo mi sembra proprio riuscito.

Mi è piaciuto un sacco! Avendo avuto solo l'ultima sera di votazioni per leggere tutte le opere, non ho gli ho ancora dedicato il tempo che merita per osservare tutto quel che succede sotto la superficie del testo, ma il crescendo verso la fase di Dialogo è molto bello e molto buzzatiano, perfetto poi per il racconto ispiratore in particolare, mentre la girandola della generazione collettiva dei personaggi incanta il lettore.

Vorrei anche io essere più informata sulla scrittura inclusiva... spero che anche noi italiani stabiliremo degli standard, è così semplice in inglese. Nel mentre apprezzo il piglio della gestione dei temi da evitare sia in pre-partita sia durante il gioco (bravo Gaspare!).

Come ha detto Iaia! Bella iniziativa e nullaosta da parte mia, nel caso! :)

Accipicchia, scusate se sono scomparsa ma avevo altre due deadline natalizie ingombranti! Ora scarico tutto e leggo a più non posso!

E che bella prima esperienza che è stata, parlando per la seconda categoria! :)

Grazie mille!! Avevi proprio ragione. Ho messo un lezioso "a game about X Y and Z" che mi piace tanto nei giochi altrui, ma togliendo tutte le distinzioni dalla prima frase, tenuto solo numero di giocatori e lunghezza prevista (quelle sono come il tempo di cottura sulla confezione della pasta: più sono in vista meglio è).

Il ruolo di master non era definito come tale nel regolamento, era solo per intenderci qui! Concordo con quello che dici, definirlo così avrebbe ammazzato tutta la poesia senza aggiungere nulla di utile.

E bon, io il mio testo inglese impaginato ce l'ho. Ora cerco di capire come caricare qui su itch. Se trovo la forza di tradurmi in italiano entro domenica, bene. Sennò più tardi x_x Curiosissima di vedere tutti i partecipanti!




Prima stesura fffffinita, passo a revisione e impaginazione (e traduzione)! Per due giocatori e mezz'ora di tempo, materiale: dadi (se vi garbano), montagne (incluse).

Posso chiedervi un consiglio su come definire questo gioco? è un generatore di racconti brevi con un giocatore e un GM. In sintesi estrema, il giocatore cerca di sfuggire al disastro e il master gli ribalta la frittata ogni volta rincarando la dose della jella. Quindi da una parte vorrei dire che c'è un'opposizione fra i due, visto che nominalmente hanno obiettivi opposti. Però sanno di stare collaborando a una tragedia. Se dico che è un gioco "antagonistico e cooperativo" si capisce o confondo solo le idee? C'è una definizione d'uso comune?
Lo definirei anche "asimmetrico" nel senso videoludico del multiplayer asimmetrico in cui i giocatori hanno ruoli diversi, ma non so se si usi fuor di videogiochi? O sia l'antagonismo sia l'asimmetria sono impliciti nella presenza di un master e basta che io dica quello? Mi rimetto a voi nella mia ignoranza :)

PS ci vedo bei montanari coi progetti finora e me ne rallegro!

Non vedo l'ora di provarlo! Esattamente il tipo di pitch che mi prende un sacco!

Buon giorno di vacanza, speriamo sia proficuo per tutti! 

La mia idea è, credo, molto semplice: un botta e risposta fra due giocatori che mi sorprenderei se durasse più di 20 minuti. I due ruoli sono asimmetrici, ma anche a suggerire di giocare due partite per sessione così da provare entrambi i ruoli si resta sempre sotto l'ora, come da regolamento. Vorrei però corredare il tutto con un paio di tabelle per aiutare la generazione della situazione da narrare e quelle mi porteranno via un po' di tempo (soprattutto se mi metterò a sfogliare i racconti in cerca di ispirazione e finirò per rileggerli da cima a fondo...)

Volevo condividere questa citazione di Buzzati che ho trovato per caso ieri e mi ha fatta schiantare:

«Da quando ho cominciato a scrivere, Kafka è stato la mia croce. Non c’è stato mio racconto, romanzo, commedia dove qualcuno non ravvisasse somiglianze, derivazioni, imitazioni o addirittura sfrontati plagi a spese dello scrittore boemo. Alcuni critici denunciavano colpevoli analogie anche quando spedivo un telegramma o compilavo il modulo Vanoni».

Ciao! Io sono Eva ed è la prima jam cui partecipo, a dirla tutta proprio il primo gioco che creo... ma con questo tema non potevo proprio tirarmi indietro! Un amico americano mi ha passato il link così per fare vedendo il nome di un italiano, magari lo conoscevo, senza sapere di aver centrato proprio il mio scrittore nostrano preferito. è un periodo un po' impestato fra lavoro e altre scadenze creative, ma penso di avere un'idea e spero di riuscire a svilupparla dignitosamente in questi giorni!

I held my breath throughout the whole experience, this is my platonic ideal of an explorable space. Thank you.

Ah, I see! Thank you! It's interesting to see how the project developed!

Hello! I've explored the 8 paintings and I'm quite content with the time I've spent there, but then reading the article you linked on this page http://sufficientlyhuman.com/archives/1004 and following the twitter link therein https://twitter.com/mechapoetic/status/631343584650887168 I found images and descriptions that didn't match my experience. What'd I miss?