Indie game storeFree gamesFun gamesHorror games
Game developmentAssetsComics
SalesBundles
Jobs

Geecko on the Wall

32
Posts
9
Topics
17
Followers
56
Following
A member registered May 17, 2016 · View creator page →

Creator of

Recent community posts

Make it “Public” at the end of the page.

It makes sense.

Thank you very much. As I said in the community of the jam, my main sources of inspiration were the tale The Seven Messengers by Dino Buzzati and the novel Invisible Cities by Italo Calvino. And, yes, probably the Netflix TV show Marco Polo, too.

(1 edit)

Did you submitted the game through the page of the jam?

(1 edit)

This was also a feedback someone internal to the organization gave us. I canʼt make promises, because Iʼm just just one brain, but Iʼll vouch for this request for Mapemounde 2020.

Allora, il gioco è sicuramente molto ispirato e ritengo che tu abbia fatto un bel lavoro, anche come possibilità di leggere il gioco mentre lo si gioca (ché poi sono solo due pagine, per cui si fa alla svelta). Apprezzo le citazioni ai giochi da cui prendi spunto, che sono chiaramente i due ai quali fai espresso riferimento nell’ultimo paragrafo.

Ti faccio, tuttavia, alcune osservazioni per come mi immagino che venga fuori una partita, sperando di esserti utile a svilupparlo in futuro:

  • Probabilmente è utile precisare da qualche parte che i cartoncini che si usano per i luoghi devono essere più piccoli di quelli che si usano per le sezioni della strada.
  • Quando dici «dimenticare un luogo con tre ×» avevo capito di scrivere tre × per dimenticare il luogo, cosa che poi veniva smentita dalle regole. Forse sarebbe più limpido scrivere «dimenticare un luogo che abbia (già) tre ×» o «con sopra tre ×».
  • Ho l’impressione che la roba da tenere a mente non sia poca. Io rischierei di perdermi. Non c’è scritto da nessuna parte, e penso che lo farei comunque, ma credo che sia bene dirlo: i giocatori dovrebbero scrivere delle brevi note su quei cartoncini.
  • Il dado che detta il tono quando racconti le storie è sempre quello più basso. E fin qui tutto bene, ma ho l’impressione che tu non ti sia accorto che, tirando due dadi e prendendo i risultati più bassi stai di fatto favorendo i tratti 1-2 su quelli 3-4, e quelli 3-4 su quelli 5-6. Qualcosa mi dice che difficilmente questo era nelle tue intenzioni, perché non c’è nella tua preparazione una gerarchia tematica o di valore tra i tratti, quando li vai a scrivere: questo significa che i tratti verrebbero favoriti completamente a caso, in base a quali sono finiti casualmente nelle “zona bassa”.
  • Non dici cosa fare in caso di pareggio dei due dadi nella seconda parte del gioco. Io, a istinto, farei come nella prima: ritirerei rendendo più intenso il tono che risulterà.
  • Renderei un po’ più esplicito come andare alla fine del gioco o, perlomeno, come accordarsi su quando smettere di giocare, o in quale fase si può dire “Ok, ragazzi, abbiamo giocato abbastanza: andiamo in chiusura”. Attualmente è completamente nelle mani dei giocatori, il che non è un male di per sé, ma qualche parola a riguardo potrebbe aiutare i giocatori a muoversi meglio. Considera anche che, con un gioco del genere, è molto difficile conservare i materiali e ricordarsi cosa è successo la volta prima e, quindi, continuare la partita.

I had an idea just some hours after the start of the jam and I refined that. I worked really slowly and I was not productive as I should have been in the central phase of the jam, but I somehow managed to deliver the game in time.

The Wayfarer is online: https://geeckoonthewall.itch.io/the-wayfarer

It appears I forgot to mark my game with the mapemounde2019 tag…

Hurrah for the submission!

Fate conto che abbia postato un’immagine con sopra linee a caso. Ecco, quella è la grafica del mio gioco. 😂

Don’t tell me! 😂

Well done!

I have my idea, I think I developed it in my mind, but now I’m slowly writing it. I think I’m a little stuck, but I should complete it anyway in time for the submission.

Nel frattempo, io faccio i disegni con gli omini stilizzati. 😅

Wow! These are some serious design notes.

I wonder what was I thinking of… 😆

Well, not I know of. Both Italo Calvino and Dino Buzzati are in the thoughts of Antonio (our main host) and Alberto, another mammothian, but unluckily there are no games based on their literary works. Yet.

I’m glad you like it. I’ve found an English translation here: https://ligetisplit.livejournal.com/71775.html.

Nooo! Ma come niente LARP?! Mi avete deluso per l’ultima volta! 😂

Scherzi a parte, sono molto contento che partecipiate.

I’ve not enough hearts for this idea. 💕

You only say so because of my passion for handwritten fonts. 😋

I liked the first hand drawn version more. 😂

(1 edit)

This is the first attempt to write the premise for my game:

After several years of wars and struggles, their magnificence Torgaljin I crowned themselves Khan of Khans, thanks to their strong arm and armies, and their subtle mind and minions.

Among the many who were overthrown by them, there was an ancestry of prince-merchants who swore oaths to their enemies, and who crawled to their feet and begged for their mercy.

“I will spare you people,” the Khan said “but, first, you will swear oaths to me, and accept to be one of my Thousand Eyes. Now I have an empire worthy of a Khan of Khans, unlike the ones of the other Khans before me: nor I know its limits, nor all the people, nor all the regions of my domain. You will travel along the roads of my empire as one of my Wayfarers: you will draw the maps of my kingdom, you will record all that you see and, then, you will report it to me. This you will do, as long as I, and my heirs, please.”

And that is why, from that time on, Torgaljin I was known as Torgaljin of the Thousand Eyes, and their successors were called Khans of Khans of the Thousand Eyes.

The Wayfarer swore their oaths, and their journey began. This is the story of their endless journey.

Well, this is doing some stuff. Good luck with your tests! 😉

Siamo tutti un po’ figli di Microscope, in fondo. 😂

It really seems a premise I’d want to see in a game. Please, develop it!

It seems a good start! Now you just have to go on with the design. 😉

Mapemounde community · Created a new topic The Wayfarer

I’m working on a draft with some literary inspirations which the Italian community of indie game designers generally love: mainly The Seven Messengers by Dino Buzzati, and Invisible Cities by Italo Calvino (and, in general, the figure of Marco Polo).

(1 edit)

Wow! I can see we have some cool ideas and advice here!

I’m opening a new topic to speak about my possible entry: https://itch.io/jam/mapemounde2019/topic/436570/the-wayfarer

Ottimo consiglio! Solo, non fatelo nel campo della legislazione e delle relazioni internazionali, e non accadrà nulla di male. 😉

Ragazzi, non siate timidi! So che alcuni di voi, là fuori, si stanno facendo dei problemi: “Dovrò scrivere il gioco in italiano o in inglese? Oddio, e se poi non ci riesco?”. Poche seghe mentali! Il vero obiettivo di design di questa jam è scrivere un gioco: scrivetelo in italiano senza problemi, se scriverlo in inglese vi mette addosso dello stress indebito! Qui non c’è davvero un vincitore e i premi sono lì, grazie alla bontà degli autori che li hanno donati, solo per condividere qualcosa di bello con la community e come sprone a mettersi in gioco.

Quindi, forza e coraggio: mettetevi in gioco! 😉

This morning, I began to wonder if there was some cool idea I could use for my entry and, shockingly, one immediately came to my mind. I’ll work on that for sure.

How is going in your neck of the woods, instead?

Nice premise! I love it. You conquered me with it. ❤️

(6 edits)

Come faccio sempre, cercherò di tenere un elenco aggiornato delle persone che hanno provato il gioco e questo verrà, man mano, aggiunto alla versione testuale del manuale, fino alla sua edizione conclusiva. Metto anche me negli elenchi non per vanto, ma perché, ovviamente, non ho partecipato a tutte le partite che sono state giocate.

Se notate che la vostra partita o il vostro nome manca all’elenco e siete tra i giocatori che mi hanno dato un qualche genere di feedback, per piacere, commentate qui sotto o scrivetemi a geeckoonthewall@gmail.com.

Lucca Comics & Games 2018 – Ruolimpiadi (31/10/2018)

  • Daniele Di Rubbo
  • Furio Frittoli
  • Simona Nanissi
  • ⟨missing⟩
  • ⟨missing⟩

ArCONate 2018 (15/12/2018)

  • Ariele Agostini
  • Edoardo Cremaschi
  • Daniele Di Rubbo
  • Nicola Urbinati

Vacanze di Natale 2018 (29/12/2018)

  • Luca Begli
  • Francesco Felici
  • Simone Neri
  • Andrea Nucci

CapodannoCONvento 2018/2019 (30/12/2018)

  • Daniele Di Rubbo
  • Tommaso Gai
  • Filippo Zolesi

WinterCon 2019 (03/02/2019)

  • Fabio Brunetto
  • Mattia Davolio
  • Daniele Di Rubbo
  • Davide Iemmi

Molto bene! 😉

A un primo sguardo alla mappa di Halvøja, appena resa disponibile tra i supporti di gioco, mi accorgo che è presente la linea costiera frastagliata che dà sul mare, a sud, ma che, a nord, contrariamente a quello che mi aspettavo, non è presente alcuna rappresentazione grafica della Cordigliera, di fatto l’unico elemento geografico già presente da ambientazione.

Come mai?


Anche con The Hangman Saga mi sono trovato davanti allo stesso problema ed è capitato che alcuni mi dicessero di avere delle rune diverse dalle mie.

Se poi aprissimo la questione dei nomi delle rune, non ne usciremmo più… 😂

Sono alle pagine 38-39 della beta del 24 dicembre 2018, dove si parla del ruolo degli adulti.

Dal testo, è abbastanza chiaro che tutti gli stregoni siano adulti malvagi (“E grazie al cazzo!” mi diranno alcuni), ma sorgono alcuni dubbi.

  • Che non tutti gli adulti siano malvagi è chiaro. Ma gli adulti malvagi sono necessariamente tutti anche stregoni?
  • A pagina 27 (ma, a memoria, anche in altri luoghi del manuale che non saprei andare a riprendere ora) sembrano esserci tracce di adulti che sanno usare ancora un poco di magia senza per questo essere stregoni malvagi («[…] è stata tracciata sul corpicino ancora caldo da mani sapienti e un po’ avventate, quali quelle di una nonna che non ha dimenticato la magia»). Se ne deduco che alcuni rari adulti hanno ancora con sé della magia positiva commetto un errore?