Indie game storeFree gamesFun gamesHorror games
Game developmentAssetsComics
SalesBundles
Jobs
Tags

Julia Cursed

4
Posts
1
Topics
2
Followers
7
Following
A member registered Sep 11, 2018 · View creator page →

Recent community posts

So che mi sta portando via un sacco di tempo ma sto rivedendo anche come sono divisi i vari capitoli del gioco. Nonostante per ora si tratti di un gioco da pochissime pagine io mi ritrovo davvero infastidita dal fatto che il testo sia ancora diviso in una maniera poco chiara che non faciliti la lettura. Spero di riuscire a creare una versione accettabile del gioco da poter portare in giro come playtest.

Sto piano piano aggiornando il testo del gioco, apporto piccole modifiche rendendolo più focalizzato e sto provando a rendere il testo più chiaro nelle procedure e negli intenti.

(1 edit)

Ciao community! Il 24 Gennaio 2019 ho iniziato a scrivere questo gioco malinconico sull’esilio, Heimweh.

Heimweh è una parola tedesca che non è traducibile in italiano correttamente, rappresenta uno stato d’animo ben preciso, la nostalgia di casa .

Non ho un’idea precisa di cosa funziona e non funziona del gioco, ho fatto pochi playtest perché poi la pandemia mi ha tolto ogni voglia di giocare giochi di ruolo tristi, per cui lo sto riprendendo in mano ora. Più che altro cerco persone che lo leggano e mi diano dei pareri o consigli. Oppure se volete lo si può anche provare a giocare online con qualche accorgimento.

Non mi aspetto di finirlo in una maniera completa con questa jam, il mio obiettivo è semplicemente cercare di riprenderlo con l’intento di portarlo avanti. È un gioco che tratta un tema che chiaramente spazia dall’esilio volontario di Ugo Foscolo a una persona che ha dovuto abbandonare il proprio paese e non può tornarci. Penso che il punto focale sia proprio quella tristezza nostalgica nel ripensare al proprio luogo di origine, vorrei che il mio gioco rispecchiasse appieno il suo titolo.

Io sto pensando a un gioco che riprende l'idea di Microscope, ma voglio che sia diverso nelle meccaniche.
Pensavo al fatto che la mappa può diventare un mezzo per segnare una cronologia di eventi, e che non deve essere costruita necessariamente dal passato verso il futuro.